Funerali e Cremazioni

Commemorazione defunti: ecco come viene celebrata in giro per il mondo

Commemorazione defunti: una pratica davvero comune a tutte le culture! 

L’amore ed il ricordo per i nostri cari che ci hanno fisicamente lasciati, non hanno certo bisogno di una data particolare per essere espressi. Nonostante questo, fin dai tempi più remoti, l’umanità ha voluto dedicare una o più giornate alla celebrazione di chi non c’è più. Con caratteristiche spesso molto diverse da cultura a cultura, come scopriremo ora insieme.

Commemorazione defunti: una pratica presente in ogni società

Elaborazione del lutto e condivisione del dolore

Come consigliano gli esperti del settore, a seguito di una perdita, veramente terapeutico è innanzitutto esternare ciò che si prova, meglio se con modalità condivise insieme alla propria cerchia famigliare e sociale. Ecco allora 3 delle festività più diffuse dedicate ai nostri cari scomparsi.

  • Commemorazione defunti del 2 Novembre
  • Halloween
  • Dia de los Muertos

Vediamole meglio più nel dettaglio!

Commemorazione dei morti in Italia: il 2 novembre

Suggestioni popolari e tradizione nel folclore del nostro Paese

In Italia, ma più in generale in tutti i Paesi di religione cattolica, è tradizione visitare i cimiteri portando fiori freschi e candele (o piccoli lumi) con cui decorare le tombe. Come puoi facilmente intuire, si tratta di una ricorrenza particolarmente sentita, da nord a sud. E – come capita sovente in situazioni analoghe in Italia – ogni Regione ha peculiarità sue proprie, che si tramandano inalterate da secoli. Come ad esempio queste, particolarmente toccanti e suggestive.

  • Nell’Italia centrale: porre delle piccole scarpe sulle lapidi dei bambini scomparsi, per permettere alle loro anime di “camminare” in mezzo ai vivi durante la notte tra il 1° ed il 2 Novembre
  • In Sicilia: i defunti portano in dono ai bambini piccoli regali, frutta e altri dolci tipici della tradizione
  • In Piemonte ed in Sardegna: lasciare la tavola apparecchiata dopo la cena e per tutta la notte, affinché gli spiriti dei defunti possano “condividere il pasto” con il resto della famiglia
COMMEMORAZIONE DEFUNTI, FUNERALI E CREMAZIONI

Halloween: la festa più amata nei paesi anglosassoni…

… molto più che zucche e “scherzetto o dolcetto”!

Si tratta anche in questo caso di una festività (che ricorre il 31 Ottobre di ogni anno), con radici antichissime, che risalgono addirittura al popolo dei Celti ed alla loro festa chiamata Semhain. In origine Halloween era quindi molto diversa dall’evento con zucche, dolcetti e maschere spaventose che tanto piace, ormai in tutto il mondo. Ma era invece legata al ciclo delle stagioni ed in generale della vita, dato che coincideva simbolicamente con la data dell’ultimo raccolto prima dell’inverno. Sancendo ufficialmente la conclusione dell’estate e rappresentando quindi un vero e proprio rito di passaggio. Che permetteva addirittura di aprire un varco – per una notte – in cui i morti ed i vivi potevano tornare in contatto.

COMMEMORAZIONE DEFUNTI, FUNERALI E CREMAZIONI

Dia de los Muertos: dal Messico un’occasione per ricordare i morti con allegria

Fiori, canti e teschi colorati per ore in spensieratezza

Si tratta in questo caso di una commemorazione defunti molto diversa da come la si intende nei Paesi cattolici. Una ricorrenza in cui a fare da protagonista è l’aspetto più allegro e “leggero” del ricordo delle persone care scomparse. Durante il Dia de los Muertos infatti si celebra una vera e propria festa dei morti. In cui si balla, si canta e ci si traveste con costumi allegri e colorati. Che comprendono teschi e scheletri, certo. Decorati però con fiori, colori sgargianti e fantasie riprese dalla natura.

Il tema del travestimento che questa ricorrenza ha in comune con Halloween viene perciò qui utilizzato con una valenza completamente diversa. La morte non è infatti qualcosa che spaventa, che terrorizza e da cui fuggire correndo. Ma una parte della vita da condividere socialmente, con ricordi, abbracci e racconti da tramandare. Una versione molto simile a questa ricorrenza messicana è poi il Giorno delle Anime, la commemorazione dei defunti tipica del Brasile.

COMMEMORAZIONE DEFUNTI, FUNERALI E CREMAZIONI

Tante tradizioni, una sola necessità: onorare i propri cari

Commemorazione defunti e accettazione della perdita

Come puoi vedere al termine di questa breve carrellata, esistono davvero tanti modi per onorare i propri cari scomparsi. Che variano in base alle usanze culturali ed alla sensibilità individuale di ognuno di noi. 

Tu, ad esempio, quale modalità senti più affine ai tuoi sentimenti? Oppure conosci altre tradizioni che pensi meritino di essere raccontate? Condividile con noi nei commenti

Funeraliecremazioni.it : uno spazio per parlare della morte a 360°

Condivisione ed empatia: i segreti per un supporto professionale davvero efficace

Come agenzia funebre online, conosciamo bene l’importanza del rispettare le modalità di elaborazione e le esigenze personali di chi subisce un lutto. Ecco perché abbiamo scelto di fornire un servizio come il nostro. Che ti consentirà di essere solo tu a valutare quando e se contattarci, o quali servizi funebri scegliere. Nel pieno e totale rispetto della tua privacy e senza pressioni o obblighi di nessun tipo

Visita il nostro sito e la nostra pagina Facebook e chiedici informazioni aggiuntive o chiarimenti! Siamo sempre felici di poterti aiutare a sciogliere tutti i tuoi dubbi. Ad esempio in merito al QRCode, la nostra ultima proposta per aiutarti a celebrare e condividere la memoria dei tuoi cari che non ci sono più.

Continua a leggere il nostro Blog per avere risposte e consigli pratici!

Default image
Redazione Giroidea
PR non è più solo l’acronimo di Pubbliche Relazioni, ma soprattutto di People Relation [relazioni tra persone]. La volatilità e il dinamismo dell’utenza è qualcosa con cui bisogna fare i conti oggi; un ufficio stampa all’altezza deve guidare i contenuti ad attrarre utenti. Le strategie per fidelizzare i clienti sono molte, e bisogna conoscerle tutte!